RICERCA
spaziatore
spaziatore
spaziatore
spaziatore

NEWSLETTER
Per essere sempre aggiornato sulle novità del nostro Portale, registrati a Dirittosuweb.

Collabora con noi
Collabora attivamente alla realizzazione di Dirittosuweb inviando articoli, note a sentenze, atti, relazioni, tesi, sentenze integrali, ordinanze, recensioni alla nostra Redazione

APPROFONDIMENTI
Amministrativo
Cittadini
Contratti
Diritto d'autore
Giusto processo
Impresa
Internet
La giurisprudenza
Le letture del giurista
Marchi, brevetti e nomi a dominio
Minori e rete
News
Privacy
Recensioni
Transnazionale

SITI SU WEB
Associazioni
Consulenza online
Diritto ambientale
Diritto amministrativo
Diritto civile
Diritto del lavoro
Diritto e internet
Diritto penale
Internazionale
Istituzioni
Leggi e gazzette ufficiali
Portali giuridici
Raccolte links
Studi legali
Tutela consumatori

Consulenza legale aziendale


 

Sei in: Approfondimenti News
Umbria: legge regionale sul software libero

La Regione Umbria ha recentemente approvato la legge regionale: “Norme in materia di pluralismo informatico, sulla adozione e la diffusione del software a sorgente aperto e sulla portabilità dei documenti informatici nell’amministrazione regionale”.
Si tratta di una normativa specifica, adottata per la prima volta da una regione italiana (l’Umbria) che consente ai cittadini di accedere ai servizi e documenti della Pubblica Amministrazione senza dover ricorrere all’utilizzo del software proprietario.

La legge esordisce promuovendo il pluralismo informatico, sarà finalmente possibile scegliere liberamente la piattaforma sulla quale lavorare ed abbattere i monopoli che bloccano il mercato dell’informatica.

L’Amministrazione della Regione Umbria predilige e quindi incentiva la diffusione e lo sviluppo del software “a sorgente aperto”. Nel caso di ricorso a programmi proprietari si impegna a  motivarne l’uso e a rendere disponibile “un formato dei documenti il più possibile prossimo a formati a sorgente aperto”.
L’utilizzo del software libero viene preferito anche nelle procedure interne che impongono il trattamento dei dati personali del cittadino.

Di non poco rilievo sono le disposizioni riguardanti gli incentivi e i programmi annuali volti alla realizzazione di progetti open source da parte di enti pubblici ed istituzioni scolastiche. La Regione, infatti, prevede forme di collaborazione per agevolare il recepimento della legge e del concetto stesso di “open source” nei programmi didattici dell’ordinamento scolastico.
A tal proposito, istituisce un Fondo per lo sviluppo del software open source.

Al fine di studiare, promuovere e diffondere le tecnologie conformi agli standard internazionali, sarà predisposto un apposito Centro di Competenza (CCOS) costituito da sviluppatori, associazioni professionali ed istituzioni pubbliche. 

Nel giro di tre anni, l’Umbria dovrà attivarsi per adeguare le proprie strutture informatiche ed avviare programmi di formazione professionale.


Autore: Monica Sansone


ACCESSO
spaziatore
spaziatore
 Username
 Password
   
spaziatore
  Salva password
spaziatore


PARTNER:


CONSULENZA LEGALE
Dirittosuweb mette a disposizione di Enti, Aziende e Professionisti tutta l'esperienza acquisita sul campo in questi anni, per fornire in breve tempo pareri e consulenze.

SITI SU WEB
Per segnalare un sito di interesse giuridico e renderlo visibile all'interno della nostra Comunità clicca qui.

Ultimi inserimenti
Studio Legale Casillo Possanzini
29 ottobre 2014 
Sostituzioni Legali
18 marzo 2014 
Studio Legale Avv. Di Stadio - Milano
26 novembre 2013 
SMAF & Associati, Studio legale
16 settembre 2013 
Studio Legale Reboa
25 giugno 2013 
I più cliccati del mese
Studio Legale Sisto - Salerno - Napoli - Campania
3758 click
Condominioweb/Il sito italiano sul condominio
3122 click
Domiciliazione Salerno
2866 click
Centro Studi Brevetti
2326 click
Pagina Libera
2219 click