RICERCA
spaziatore
spaziatore
spaziatore
spaziatore

NEWSLETTER
Per essere sempre aggiornato sulle novità del nostro Portale, registrati a Dirittosuweb.

Collabora con noi
Collabora attivamente alla realizzazione di Dirittosuweb inviando articoli, note a sentenze, atti, relazioni, tesi, sentenze integrali, ordinanze, recensioni alla nostra Redazione

APPROFONDIMENTI
Amministrativo
Cittadini
Contratti
Diritto d'autore
Giusto processo
Impresa
Internet
La giurisprudenza
Le letture del giurista
Marchi, brevetti e nomi a dominio
Minori e rete
News
Privacy
Recensioni
Transnazionale

SITI SU WEB
Associazioni
Consulenza online
Diritto ambientale
Diritto amministrativo
Diritto civile
Diritto del lavoro
Diritto e internet
Diritto penale
Internazionale
Istituzioni
Leggi e gazzette ufficiali
Portali giuridici
Raccolte links
Studi legali
Tutela consumatori

Consulenza legale aziendale


 

Sei in: Approfondimenti Minori e rete
Adottabilita’ e vincolo affettivo
Quando, per tristi casi della vita, lo Stato ingerisce nella vita di una famiglia, le conseguenze sono spesso drammatiche.
E’ cronaca quotidiana quella di minori strappati dalle loro famiglie d’origine per la miopia della legge che costringe i Tribunali a adottare provvedimenti non condivisi.
Certo, lo Stato deve garantire un “humus” idoneo al minore, ma a volte la cura può essere peggiore del male.
In questa discussione è da segnalare una illuminata sentenza della Suprema Corte.
La prima sezione civile ha emesso una recentissima sentenza numerata 4173/00, con la quale ribalta gli stereotipi degli ultimi anni.
Sostenendo che l’interesse del minore è quello di vivere in un ambiente che ne favorisca lo sviluppo della personalità, il Tribunale per i Minorenni di Palermo dichiarava lo stato di adottabilità di un minore, sospendendo la patria potestà dei genitori, sul presupposto che il padre, per motivi lavorativi, era costretto ad assentarsi da casa.
La Corte d’Appello riformava la sentenza e il Procuratore Generale ricorreva al Supremo Collegio.
La legge dispone testualmente che sono dichiarati anche d'ufficio in stato di adottabilità dal tribunale per i minorenni del distretto nel quale si trovano, i minori in situazione di abbandono perché privi di assistenza morale e materiale da parte dei genitori o dei parenti tenuti a provvedervi, purché la mancanza di assistenza non sia dovuta a forza maggiore di carattere transitorio.
La situazione di abbandono sussiste, sempre che ricorrano le condizioni di cui al comma precedente, anche quando i minori siano ricoverati presso istituti di assistenza o si trovino in affidamento familiare.
Non sussiste causa di forza maggiore quando i soggetti di cui al primo comma rifiutano le misure di sostegno offerte dai servizi locali e tale rifiuto viene ritenuto ingiustificato dal giudice.
Così recita l’art 8 della legge 4 maggio 1983 n. 184.
La Corte di Cassazione ha affermato che l’esistenza di un legame affettivo impedisce l’adozione. Anche il padre assente può avere un legame con il figlio.
Anche se un padre è spesso assente per motivi di lavoro e lascia il figlio ad una famiglia amica – in quanto non può contare sulla moglie – questo non significa che non vi sia un legame affettivo che lo unisce al bambino, con la conseguenza che quest’ultimo non può essere considerato in stato di abbandono e quindi adottabile. La Prima Sezione Civile della Corte di Cassazione ha così respinto il ricorso del Procuratore Generale della Corte di Appello di Palermo che contestava la revoca dell’adottabilità di un bambino il cui padre era spesso assente a causa del suo lavoro di camionista che gli imponeva continue trasferte. La Suprema Corte rileva invece che una perizia aveva accertato che tra padre e figlio esisteva comunque un legame affettivo, e pertanto il bambino non doveva essere dato in affidamento ad altri, come correttamente avevano stabilito i giudici di secondo grado, revocando lo stato di adottabilità del minore emesso in primo grado.
Il principio assodato dal Supremo Consiglio è di grande importanza e di sensibilità giuridica non indifferente.
Porre il legame affettivo quale cardine interpretativo rappresenta una scelta coraggiosa e senz’altro importante anche ai fini delle decisioni future.

Autore: Avv. Marco Boretti


ACCESSO
spaziatore
spaziatore
 Username
 Password
   
spaziatore
  Salva password
spaziatore


PARTNER:


CONSULENZA LEGALE
Dirittosuweb mette a disposizione di Enti, Aziende e Professionisti tutta l'esperienza acquisita sul campo in questi anni, per fornire in breve tempo pareri e consulenze.

SITI SU WEB
Per segnalare un sito di interesse giuridico e renderlo visibile all'interno della nostra Comunità clicca qui.

Ultimi inserimenti
Studio Legale Casillo Possanzini
29 ottobre 2014 
Sostituzioni Legali
18 marzo 2014 
Studio Legale Avv. Di Stadio - Milano
26 novembre 2013 
SMAF & Associati, Studio legale
16 settembre 2013 
Studio Legale Reboa
25 giugno 2013 
I più cliccati del mese
Studio Legale Sisto - Salerno - Napoli - Campania
3755 click
Condominioweb/Il sito italiano sul condominio
3119 click
Domiciliazione Salerno
2865 click
Centro Studi Brevetti
2326 click
Pagina Libera
2219 click