RICERCA
spaziatore
spaziatore
spaziatore
spaziatore

NEWSLETTER
Per essere sempre aggiornato sulle novità del nostro Portale, registrati a Dirittosuweb.

Collabora con noi
Collabora attivamente alla realizzazione di Dirittosuweb inviando articoli, note a sentenze, atti, relazioni, tesi, sentenze integrali, ordinanze, recensioni alla nostra Redazione

APPROFONDIMENTI
Amministrativo
Cittadini
Contratti
Diritto d'autore
Giusto processo
Impresa
Internet
La giurisprudenza
Le letture del giurista
Marchi, brevetti e nomi a dominio
Minori e rete
News
Privacy
Recensioni
Transnazionale

SITI SU WEB
Associazioni
Consulenza online
Diritto ambientale
Diritto amministrativo
Diritto civile
Diritto del lavoro
Diritto e internet
Diritto penale
Internazionale
Istituzioni
Leggi e gazzette ufficiali
Portali giuridici
Raccolte links
Studi legali
Tutela consumatori

Consulenza legale aziendale


 

Sei in: Approfondimenti Impresa
Il legale rappresentante della società di capitali può esercitare il diritto di querela.

Cass. pen., Sez. VI, (ud. 26 aprile 2012) 02 maggio 2012, n. 16150

Nelle poche righe che compongono la parte motivata dell’arresto in commento la Corte ha ratificato alcuni assunti giurisprudenziali ampiamente consolidati, in materia di esercizio del diritto di querela da parte delle persone giuridiche. In particolare, il Giudice di legittimità ha ribadito che, salvo il caso di un esplicito e specifico divieto statutario o assembleare, il potere di manifestare la volontà di una società di capitali di procedere penalmente per un determinato fatto rientra de plano tra i compiti del suo legale rappresentante, senza necessità di un mandato ad hoc[1].

La decisione è scaturita dal ricorso dell’imputato, il quale, in entrambi i gradi di merito, era stato ritenuto colpevole del reato di cui all’art. 388 c.p. (Mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice) per aver sottratto un mezzo d’opera sottoposto a pignoramento, affidato alla sua custodia. Lo stesso aveva dedotto l’improcedibilità dell’azione penale, sostenendo che la querela non fosse stata validamente proposta, in quanto presentata dal legale rappresentante della persona giuridica offesa, anziché dal consiglio d’amministrazione. Giusta il suo punto di vista, l’amministratore dotato del potere di rappresentanza avrebbe potuto proporre la dichiarazione integrante la suddetta condizione di procedibilità, solo laddove fosse stato esplicitamente legittimato dallo statuto o da un’apposita e speciale delibera.

La Cassazione, per le ragioni anzidette, ha rigettato l’impugnativa, soggiungendo che l’onere, fissato dall’art. 337, comma 3, c.p.p., di specificare nell’atto di querela la fonte dei poteri rappresentativi dell’ente è adempiuto con la mera indicazione della legale rappresentanza, poiché essa comporta l’implicito riferimento all’art. 2384 c.c.[2], che costituisce la causa legittimante[3]. A tal proposito, va rilevato che in quest’occasione il Supremo Consesso, diversamente da quanto ha fatto in altre pronunce adesive alla presente[4], non ha precisato che, per il principio di tassatività delle nullità, l’omessa indicazione, nella querela proposta dal legale rappresentante di una persona giuridica o di un ente, dell’origine dei poteri di rappresentanza, non determina comunque la nullità, in quanto la previsione dell’adempimento, di cui al citato capoverso dell’art. 337 c.p.p., non è assistita da sanzioni processuali.

 

--------------------------------------------------------------------------------

[1] In senso adesivo, cfr., e.c., Cass. pen., Sez. V, 26 aprile 2011, n. 16372, in www.leggiditaliaprofessionale.it; Id., Sez. II, 20 novembre 2009, n. 44722, ivi; Id., Sez. II, 14 ottobre 2009, n. 40038, ivi; Id., Sez. V, 4 dicembre 2009, n. 11074, in CED Cass., 2010 (rv. 246885); Id., Sez. II, 19 maggio 2005, n. 33444, in Arch. nuova proc. pen., 2007, 5, 637; Id., Sez. VI, 13 febbraio 2003, n. 17640, ivi, 2004, 105.

[2] Nella sentenza de qua, oltre all’art. 2384 c.c., che disciplina i poteri di rappresentanza degli amministratori delle società per azioni, viene richiamato anche l’art. 2487 c.c. In realtà, quest’ultimo riferimento deve intendersi all’attuale art. 2475 bis c.c., che regola i medesimi poteri relativamente alle società a responsabilità limitata, riprendendo le norme contenute nella formulazione dell’art. 2487 c.c. in vigore prima della modifica disposta dal D.Lgs. 17 gennaio 2003, n. 6 (Riforma organica della disciplina delle società di capitali e società cooperative, in attuazione della L. 3 ottobre 2001, n. 366).

[3] In senso conforme, vedi, v.g., Cass. pen., Sez. II, 22 settembre 2011, n. 34466, in www.leggiditaliaprofessionale.it; Id., Sez. II, 19 luglio 2011, n. 28464, ivi; Id., Sez. II, 3 dicembre 2009, n. 46601, ivi; Id., Sez. V, 6 dicembre 2007, n. 45753, ivi; Id., Sez. V, 14 febbraio 2006, n. 19368, in Riv. pen., 2007, 5, 558.

[4] Cfr., e.g., Cass. pen., Sez. II, 19 luglio 2011, n. 28464, in www.leggiditaliaprofessionale.it; Id., Sez. II, 3 dicembre 2009, n. 46601, ivi; Id., Sez. II, 11 luglio 2008, n. 28894, ivi; Id., Sez. V, 6 dicembre 2007, n. 45753, ivi; Id., Sez. II  (Ord.), 11 gennaio 2006, n. 4055, in Riv. pen., 2007, 1, 86.


Autore: Paolo Diglio


ACCESSO
spaziatore
spaziatore
 Username
 Password
   
spaziatore
  Salva password
spaziatore


PARTNER:


CONSULENZA LEGALE
Dirittosuweb mette a disposizione di Enti, Aziende e Professionisti tutta l'esperienza acquisita sul campo in questi anni, per fornire in breve tempo pareri e consulenze.

SITI SU WEB
Per segnalare un sito di interesse giuridico e renderlo visibile all'interno della nostra Comunità clicca qui.

Ultimi inserimenti
Studio Legale Casillo Possanzini
29 ottobre 2014 
Sostituzioni Legali
18 marzo 2014 
Studio Legale Avv. Di Stadio - Milano
26 novembre 2013 
SMAF & Associati, Studio legale
16 settembre 2013 
Studio Legale Reboa
25 giugno 2013 
I più cliccati del mese
Studio Legale Sisto - Salerno - Napoli - Campania
3759 click
Condominioweb/Il sito italiano sul condominio
3128 click
Domiciliazione Salerno
2866 click
Centro Studi Brevetti
2326 click
Pagina Libera
2224 click